Paleodieta

Redazione Allweb360

La prova costume si avvicina? Se non hai ancora raggiunto il tuo peso forma ideale prova con la Paleodieta; ecco in cosa consiste

Con l’arrivo dell’estate e della tanto temuta prova costume, impazzano sul web e sulle riviste diete di ogni tipo che promettono la perdita di svariati chili in pochissimo tempo. Esiste un regime alimentare piuttosto interessante da analizzare e risponde al nome di Paleodieta, anche detta dieta del cavernicolo o dieta delle caverne. Vediamola insieme.

Paleodieta: in cosa consiste

In cosa consiste la Paleodieta? Semplicemente nel mangiare a dismisura per 2 settimane per poi digiunare nelle 2 settimane successive, ripetendo questa operazione per un ciclo di 30 settimane. Seguendo questo regime alimentare, gli studiosi assicurano un calo del peso corporeo pari a 12 chili.

La Paleodieta si ispira proprio all’alimentazione incostante degli uomini primitivi che mangiavano solo quando riuscivano a cacciare, intervallando periodi di alimentazione costante a periodi di completo digiuno. L’adozione di tale regime alimentare a prima vista può risultare addirittura controproducente, ma i risultati sembrano essere davvero concreti ed anche la scienza sembra concordare sull’efficacia di questa dieta.

Gli studi della dottoressa Byrne

Quindi alla domanda “la Paleodieta funziona?”, la risposta, a quanto pare, è sì: questa dieta, a differenza di molte altre, è stata sottoposta a test scientifici. La dottoressa Nuala Byrne, studiosa inglese, ha condotto uno studio su di un campione di 36 uomini obesi diviso in 2 gruppi.

Il primo gruppo ha seguito una dieta per un periodo di 16 settimane. Il secondo gruppo ha seguito la Paleodieta per 30 settimane, mangiando per 15 giorni e digiunando per altrettanti. I risultati sono stati clamorosi. Gli uomini del secondo gruppo avevano perso 12 chili, molti di più di quelli persi dal primo gruppo.

Ma su quale principio si basa questa dieta che è ormai diventata famosissima in tutto il mondo? Nelle normali diete, riducendo l’apporto alimentare l’organismo per compensare tende ad immagazzinare grassi invece che bruciarli. In questo modo sarà molto difficile perdere chili. Nella Paleodieta, invece, si alternano periodi di grandi abbuffate e periodi di magra; in questo modo, l’organismo tenderà a consumare le riserve di grasso permettendoci di perdere peso con maggiore facilità e soprattutto più velocemente.

La dieta dei vip

La Paleodieta si ispira ad un’altra dieta in voga negli scorsi anni, quella del 5:2, dove si mangiava per 5 giorni per poi digiunare nei 2 successivi. Star del calibro di Ben Affleck e Beyoncè resero questa dieta tra le più seguite di quegli anni. La dieta del cavernicolo non fa altro che allargare ad un numero maggiore di giorni la precedente dieta, assicurando risultati di molto superiori.

Provare per credere, quindi. Se le hai provate tutte ma i risultati non sono stati soddisfacenti, ti consigliamo di seguire questa dieta, ovviamente facendosi sempre seguire dal tuo medico di fiducia.

ATTENZIONE: Le nozioni riportate in questo sito sono da intendersi a solo scopo informativo: non possono dunque costituire, in nessun caso, la formulazione di una diagnosi medica né possono essere considerate come prescrizione di una terapia o trattamento. Tali informazioni, pertanto, non devono sostituire il consulto diretto con un medico o eventuali visite specialistiche.

LASCIA UN COMMENTO »