Dieta dello yogurt

Redazione Allweb360

Se vuoi tornare in forma in soli 5 giorni ed avere un corpo da invidia, non puoi non provare la dieta dello yogurt, una dieta d’urto che ti permetterà di immettere pochissime calorie e tante vitamine nel tuo organismo.

Una delle nuove frontiere delle diete e indubbiamente la dieta dello yogurt, novità proposta da nutrizionisti ed esperti del settore. Questo nuova frontiera del dimagrimento è una dieta d’urto e non può essere seguita per troppo tempo poiché non è bilanciata, ma può essere ottima da ripetere per una settimana al mese fino a raggiungere il traguardo prefissatosi. Il pregio della dieta dello yogurt è che ha notevoli vantaggi per l’organismo e non è difficile da seguire poiché non c’è conteggio delle calorie.

Le calorie dello yogurt, come tutti noi sappiamo, sono relativamente poche: 36 kcal se è magro e naturale, 64 kcal se è intero. I pregi di questo alimento sono naturalmente i fermenti lattici, le vitamine e naturalmente è una fonte ottima di potassio, fosforo, riboflavina, iodo, zinco, vitamina B5 e vitamina B12. Tutti questi ottimi alleati della salute, aiutano la digestione, rinforzano il sistema immunitario e naturalmente sono elementi fondamentali per la dieta dello yogurt.

Dieta dello yogurt, poche regole per dimagrire velocemente

Per far si che la dieta dello yogurt sia efficace si possono consumare fino a 10 – 12 tazze di yogurt ogni giorno, ma naturalmente non è necessario mangiare solo quello. La base della dieta dello yogurt consiste in tre porzioni al giorno di yogurt e ad esso si possono aggiungere cibi sani, ricchi di fibre, poveri di grassi e di calorie, come frutta, verdure e carni magre. Da evitare invece sono le bevande zuccherate, gli alcolici, gli alimenti grassi e i prodotti da forno, così come accade in tantissime altre diete.

Esempio di tre giorni di dieta dello yogurt

Se non hai idea di come fare la dieta dello yogurt, ecco un esempio di tre giorni di menù.

A colazione è bene bere appena svegli un bicchiere abbondante di acqua a temperatura ambiente e poi mangiare 200 grammi di yogurt magro al naturale, un cucchiaio di crusca o cereali integrali senza zucchero, te verde o caffè non zuccherati.

Durante la mattinata una tazza di thè, a merenda un frutto e prima di dormire una camomilla o tisana.

1° giorno:

  • PRANZO: 300 grammi di yogurt magro al naturale e un’insalata verde abbondante (200 grammi) con aggiunta di cetrioli e/o ravanelli;
  • CENA: un piatto abbondante di minestrone di verdure, 300 grammi di yogurt magro, 2 gherigli di noci.

2° giorno:

  • PRANZO: 200 grammi di merluzzo al vapore con un piatto abbondante di carote e finocchi (crudi o cotti, a piacere);
  • CENA: 300 grammi di yogurt magro con una macedonia di frutta di stagione

3°giorno:

  • PRANZO: 50 grammi di riso integrale con asparagi al vapore e 200 grammi di insalata verde;
  • CENA: 300 grammi di yogurt e una macedonia di agrumi e kiwi (e solo se di stagione, anche fragole).

La dieta dello yogurt funziona?

Esistono numerosissime diete, presunte o tali, che promettono mari e monti, spesso disattendendo le premesse. La domanda da porsi è quindi lecita: la dieta dello yogurt funziona? Secondo numerose ricerche sì, ma bisogna prestare attenzione alla frequenza con cui se ne usufruisce: come già anticipato nella parte iniziale dell’articolo, ci troviamo di fronte ad una dieta d’urto, che ci porta quindi ad un’alimentazione particolarmente sbilanciata.

È quindi consigliato non seguirla per più di una settimana consecutivamente, ed eventualmente di riprenderla ogni uno o due mesi, in modo tale da trarne i benefici voluti e da non creare squilibrio nel nostro organismo. Una dieta efficace, che però va usata con parsimonia e senza cadere nella tentazione di esagerare, tentazione facile da seguire visti gli immediati risultati che tale dieta comporta.

ATTENZIONE: Le nozioni riportate in questo sito sono da intendersi a solo scopo informativo: non possono dunque costituire, in nessun caso, la formulazione di una diagnosi medica né possono essere considerate come prescrizione di una terapia o trattamento. Tali informazioni, pertanto, non devono sostituire il consulto diretto con un medico o eventuali visite specialistiche.

LASCIA UN COMMENTO »