advertisement

Dieta del finocchio

Redazione

Tra pochi mesi inizierà l’estate, siete davvero pronte? In questo periodo molte persone corrono ai ripari, facendo diete e ginnastica. E così abbiamo deciso di proporvi un regime davvero fresco ed efficace, la dieta del finocchio.

advertisement
Dieta del finocchio

Sicuramente avete sentito parlare della dieta del finocchio: è infatti uno dei regimi alimentari più utilizzati in casi di gonfiore della pancia e ritenzione idrica, ma questa dieta è utilissima anche a perdere peso ed è particolarmente adatta alla primavera. I dietologi che consigliano questa dieta assicurano che in pochi mesi si possono perdere anche fino a 10 kg, rendendoci perfetti per la prova costume. Il fulcro di questa dieta è naturalmente la pianta che dà il nome a tale regime alimentare: le proprietà del finocchio sono infatti molteplici, sia dietetiche, poiché contiene solo 15 kcal ogni 100 grammi, sia salutari, poiché ricco d’acqua e contenente potassio, sali minerali, e fibre, componenti che non solo faciliteranno il senso di sazietà, ma apporteranno numerosi benefici al nostro organismo. Inoltre favorisce in maniera determinante la digestione e l’eliminazione delle tossine presenti all’interno del nostro corpo, grazie alle proprietà detox del finocchio.

Linee guida della dieta del finocchio

Naturalmente questa dieta a base di finocchio dev’essere eseguita senza strappi alla regola, non può essere modificata a nostro piacimento. Le regole di base per eseguirla sono mangiare un finocchio a colazione, anche se potrebbe sembravi disgustoso, a pranzo e a cena. Probabilmente vi sembrerà assurdo poter preparare tre pasti tutti a base della stessa pianta ma presto vi abituerete. Ad esempio a colazione si può preparare a giorni alterni o una centrifuga con latte e finocchio o un toast con finocchio lesso, mentre durante i pasti via libera a insalate finocchio, pomodoro e lattuga, finocchio in padella, vellutate. A cena, invece, tanto finocchio bollito ripassato in padella, condito d’aglio, pepe e olio extravergine d’oliva, il tutto associato ad altre pietanze come la trota al cartoccio, la spigola al cartoccio o un bel minestrone. Naturalmente a questo è necessario unire l’abitudine di bere molto e magari associare all’alimentazione un po’ di attività fisica. La dieta del finocchio vi sgonfierà subito, facendovi perdere peso in poco più di tre settimane; l’unica controindicazione è che vi porterà spesso in bagno grazie alle grandi quantità di acqua che contiene, quindi tenete ben in mente tale particolare.

advertisement

Esempio di menù della dieta del finocchio

Se non avete assolutamente idea di come fare la dieta del finocchio, vi veniamo in aiuto descrivendovi un esempio di quattro giorni di dieta tipo.

Lunedì

Colazione: Centrifuga di finocchi e latte.
Pranzo: 70 gr di riso integrale con zucchine, finocchi e menta, finocchi e asparagi lessi con pinzimonio leggero, una coppa di fragole e mirtilli al naturale.
Cena: un minestrone di verdure miste di stagione, 200 gr di fettine di vitella alla pizzaiola e un’insalata di finocchi.

Martedì

Colazione: toast di finocchi lessi.
Pranzo: 70 gr di pasta integrale con del pomodoretto fresco e basilico, 200 gr di funghi champignon in insalata tagliati sottili con dei finocchi e 50 gr di scagliette di grana, un’arancia.
Cena: passato di verdure carote e patate (100 gr), frittata al forno con 1 uovo e finocchi tagliati a julienne, insalata di pomodori.

Mercoledì

Colazione: Centrifuga di finocchi e verdure.
Pranzo: una crema con cavolfiore e patate, 200 gr di petto di pollo cotto alla piastra con erbette miste, un’insalata di verdure miste con 3 finocchi tagliati sottili olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Cena: un passato di verdure finocchi con 30 gr di pasta integrale, una spigola al cartoccio con una cipolla e tanti pomodorini, un’insalata di verdura mista con un finocchio.

Giovedì

Colazione: Centrifuga di finocchio e una tazza di caffè d’orzo; in aggiunta 30 grammi di cereali.
Pranzo: 200 gr di finocchi gratinati al forno con un cucchiaio di besciamella e parmigiano reggiano, una fetta di pane integrale.
Cena: trota al cartoccio, del finocchio bollito e ripassato in padella con aglio, pepe e olio extravergine d’oliva.

advertisement